Post pubblicati in 'Messico'

Puebla e Città del Messico

ago 04, 2006 in Messico, Viaggi

Riesco a scrivere solo ora qualche riga in merito alla scorsa settimana perchè appensa sono rientrato dal Messico (martedì pomeriggio), sono stato investito dagli impegni in sospeso con l’altra mia sfida professionale e quelli in sospeso con una delle mie più grandi sfide personali: fare l’ometto di casa!
Dopo aver mancato la gara in Brasile per via di Goodwood, ho partecipato all’edizione Messicana del WTCC a Puebla.
Sebbene ci fossi stato anche l’anno scorso, l’operativo voli di quest’anno mi ha permesso di provare l’emozione di atterrare di giorno su Città del Messico. Questa metropoli, situata quasi a 2500 m di altitudine s.l.m., è a dir poco immensa. Immaginate un altopiano piuttosto vasto coperto di case, casine, a volte capanne. La città con lo stato di “Mexico” conta circa 22 milioni di abitanti, quindi atterrarvici con un boeing 747 significa sfiorare i tetti di migliaia di case! Sembra proprio di vedere la scena in cabina di pilotaggio…con il pilota che ad un certo punto dice “Ehi, buttiamo giù questo bestione!”.
La gara si è tenuta nel circuito di Amozoc, non lontano da Puebla, che io e Mario raggiungevamo tutte le mattine grazie ad una “meravigliosa” Ford Ikon a prova di strada Messicana.
L’evento non è stato di per sè troppo ricco di impegni, direi anzi che il tutto è stato quasi noioso. Non crediate però che abbia smesso di attribuire il valore che merita a qualsiasi esperienza nuova! Basti pensare alla vista del meraviglioso vulcano Popocatépetl (4800m) che tutte le mattina ci riempiva di stupore.
Dal momento che il nostro volo di rientro avrebbe lasciato Città del Messico solo lunedì sera, appena finito la gara abbiamo deciso di spostarci da Puebla alla capitale per dedicare la giornata libera ad una visita guidata. Vorrei far notare che i 130 km che separano Puebla da Città del Messico sono stati coperti in 4 ore con strade a “scorrimento veloce”, mentre io versavo in pessime condizioni di salute a causa di una insolazione presa nei giorni precedenti (se vi capita di andare da quelle parti, non dimenticate mai che siete sotto il sole dei tropici a più di 2000m di quota!!!).
Mentra nel centro della capitale imperversava una protesta politica di notevoli proporzioni, il tour guidato ci ha portato a visitare una cooperativa che lavora tutto ciò che offre la pianta dell’Agave (dalla quale si ricava la famosa Tequila, del resto), prima di lasciarci apprezzare per circa due ore il sito archeologico di Teotihuacan. E’ qui che un altro mio piccolo sogno si è avverato: dopo le Piramidi di Giza e Stonehenge, ho visitato due bellisimi esempi di piramidi a gradoni, tipiche della parte centro-meridionale del continente Americano.
Una sosta alla Basilica di Guadalupe, principale centro cattolico dello Stato, prima che la guida ci lasciasse all’aeroporto per il rientro.
Bellissimo.